Un quadrato di 36 passi in tutto

Milano. La Fondazione Nicola Trussardi ha avviato dal 27 marzo il progetto online «Viaggi da camera», con cui diffonde ogni giorno sul proprio sito web e sui canali social immagini, video e testi scelti da artisti invitati a raccontare il proprio spazio domestico e privato. Il modello è suggerito da Xavier de Maistre, militare, scrittore (e pittore), che nel 1794, agli arresti domiciliari a Torino, scrisse il suo celebre Viaggio intorno alla mia camera, in cui, in 42 capitoli (uno per ogni giorno di prigionia), esplora da ogni possibile punto di vista quel «lungo quadrato di trentasei passi in tutto» che era la sua stanza. Agli artisti, la Fondazione chiede dunque d’intraprendere un viaggio all’interno delle loro stanze, in cerca di nuove prospettive in questi tempi di forzata clausura. Tra i molti che hanno aderito all’iniziativa, figurano Marco Belfiore, Carlo Benvenuto (nella foto, «Senza titolo», 2002), Simone Berti, Maurizio Cattelan, Andrea Contin, Genuardi/Ruta, Massimo Grimaldi, Emilio Isgrò, Luisa Lambri, Marcello Maloberti, Domenico Antonio Mancini, Masbedo, Marzia Migliora, Giuseppe Penone, Diego Perrone, Gabriele Picco, Paola Pivi, Farid Rahimi, Marinella Senatore, Elisa Sighicelli, Federico Tosi, Patrick Tuttofuoco, Grazia Varisco, Nanda Vigo, Luca Vitone.

Ada Masoero