Giacometti sorella

Zurigo (Svizzera). La meno nota dei fratelli Giacometti è Ottilia (1904-37), morta di parto a 33 anni. A rimetterne in luce la figura ci pensa il Kunsthaus di Zurigo, che dal 7 febbraio al 3 maggio presenta oltre 60 opere dedicate alla giovane donna. Dipinti, sculture e disegni di Alberto e Giovanni Giacometti permettono di ricostruire il suo ricordo, dalla gioventù all’età adulta. L’ultima sezione della mostra è dedicata ai ritratti che Alberto dedicò al nipote Silvio, figlio di Ottilia, a cui era molto legato. Particolarmente toccante il dipinto «La madre» nel quale Giovanni Giacometti ritrae la figlia Ottilia mentre abbraccia il figlio neonato. L’esposizione, curata da Casimiro Di Crescenzo, include anche una serie di fotografie e documenti inediti che mostrano il forte legame che contraddistingueva i Giacometti, svelando anche qualche istante della loro quotidianità familiare. Nella foto «Ottilia» (1913) di Giovanni Giacometti.

B.B.