Straordinariamente ordinario

Nella collettiva «Le realtà ordinarie», a Palazzo de’ Toschi dal 21 gennaio al 23 febbraio, Davide Ferri indaga l’arte del secondo Novecento attraverso i soggetti appunto «ordinari», ossia nature morte, vasi di fiori, paesaggi, interni domestici. Il percorso comprende la tavola «Surface Mine» (2009-11) di Carol Rhodes, un acrilico del 2017 di Clive Hodgson e quello «Sand and Stones» realizzato da Helene Appel l’anno seguente. Di Luca Bertolo è «Il fiore di Anna #2» appena realizzato, così come sono recentissimi «Sedimentazione» di Maria Morganti e «In the mud» di Michele Tocca. Phoebe Unwin ha realizzato l’acrilico «Lens» (2019), Patricia Treib «Arm Measures» (nella foto), mentre Salvo è presente con «Arance» del 1981.

S.L.