Artisti isolani

Nuoro. Si affianca alla retrospettiva dedicata ad Anna Marongiu (cfr. lo scorso numero, p. 6) l’inedita selezione delle opere della collezione permanente del MAN realizzata da Luigi Fassi ed Emanuela Manca e visibile fino al 12 gennaio. In «L’ombra del mare sulla collina» il direttore del museo e la storica dell’arte si avventurano in una rilettura del panorama artistico sardo dal Novecento ai giorni nostri, senza temere di accostare stili e tendenze differenti, opere note e nuove acquisizioni. Nella selezione figurano infatti artisti quali Giuseppe Biasi, Giovanni Campus, Francesco Ciusa, Mario Delitala, Costantino Nivola e Maria Lai, accanto alle opere di Aldo Contini, Anna Marongiu e Mario Paglietti, recentemente aggiunte alla collezione. Il titolo del progetto deriva da un’opera di Mauro Manca, la cui figura e la cui carriera costituiscono il filo conduttore stesso del percorso espositivo: negli anni Cinquanta, l’artista sassarese, dopo un soggiorno a Roma, portò nell’isola le suggestioni e le influenze delle correnti artistiche internazionali, come il Neocubismo, le quali determinarono la vivacità dell’ambiente artistico isolano dei decenni successivi. Nella foto, «Ragazza in rosso» (1953) di Bernardino Palazzi.

Camilla Mattola