Mattone su mattone

Fiorano (Mo). La francese Nathalie Du Pasquier (Bordeaux, 1957), tra le fondatrici del gruppo Memphis, è stata scelta per la nuova edizione di Mutina for Art, progetto diretto da Sarah Cosulich e voluto dall’azienda ceramica Mutina. La Du Pasquier ha realizzato un’ampia composizione site specific, la cui esposizione prosegue fino al 19 giugno, che vede al centro il mattone, modulo architettonico fondamentale di ogni tempo. Con «Bric» l’artista-designer ha dunque ideato un’installazione composta da sette elementi scultorei (uno nella foto), strutture di forme, colori e dimensioni diverse, tra scultura e architettura. L’unità di misura è appunto il mattone, elemento compositivo dalla doppia valenza, attraverso il quale è possibile comporre mondi immaginari, come in questo caso, pure richiamandosi anche a «normali» attività edilizie. La Du Pasquier qui dà vita a differenti tipologie del mattone, smaltato attraverso brillanti cromie e collocato in innumerevoli forme lungo il percorso.

Stefano Luppi