Il disegno piace a Guerlain

Vienna. Fino al 12 gennaio l’Albertina espone una selezione di disegni della collezione di Florence e Daniel Guerlain prestata dal Centre Pompidou di Parigi. Nel 2013, i due collezionisti parigini hanno fatto dono al Cabinet d’art graphique del Centre Pompidou di 1.200 opere su carta di circa 200 artisti. Lo stesso anno, il Centre Pompidou ne espose circa 300. Per la mostra dell’Albertina «A passion for Drawing. La Collezione Guerlain dal Centre Pompidou», che si tiene fino al 12 gennaio, è stata scelta una selezione originale di opere. Le artiste sono molto presenti, con l’icona punk del nuovo espressionismo, Joyce Pensato, che si ispira ai cartoon in «Flying Home» del 2010 (nella foto). Con la postfemminista Kiki Smith e la sua «Women with bird» del 2003 e ancora con l’universo grottesco della cilena Sandra Vásquez de la Horra di cui è esposto «La Fresca» del 2006. Sono allestiti anche i lavori di Marcel Dzama, Marcel van Eeden, Catharina van Eetvelde, Jana Gunstheimer, e ancora Javier Pérez, Anne-Marie Schneider e Nedko Solakov. Daniel Guerlain, della famiglia dei noti profumieri, e sua moglie Florence furono i primi in Francia, nel 1994, a creare una fondazione d’arte privata. Iniziarono la loro collezione di disegni nel 2004 e nel 2007 lanciarono il Prix du dessin contemporain che viene attribuito tutti gli anni al Salon du dessin di Parigi.

L.D.M.