Tutto è natura

Loreto Aprutino (Pe). «Qualunque cosa non sia natura deve essere soprannaturale. E non abbiamo accesso al soprannaturale, possiamo accedere solo alla natura. Ci piace pensare che tutto ciò che ci circonda non sia natura, perché altrimenti sentiamo di non poter fuggire dalla natura, ma tutto è natura». Sono parole pronunciate da Jimmie Durham (nella foto) a un incontro a Francavilla a Mare all’indomani della sua installazione permanente «Solid Ground» per la contrada Rotacesta di Loreto Aprutino: qui il Leone d’oro alla carriera alla Biennale 2019 ha collocato sul terreno tra gli alberi un’antica porta a due ante. «Solid Ground» si inserisce in un programma della No Man’s Land Foundation curato dall’associazione Zerynthia: a oggi include un’installazione permanente di Alvin Curran, progetti di Yona Friedman, Jean-Baptiste Decavèle e Gianfranco Baruchello.

Ste.Mi.