Aperitivo con Rodrigo

Sesto San Giovanni (Mi). La Galleria Campari, che si apre negli
headquarter (progettati da Mario Botta) del Gruppo Campari, presenta con Artissima, dal 10 ottobre al 14 febbraio «Pedigree», personale di Rodrigo Hernández (Città del Messico, 1983), vincitore della seconda edizione di Campari Prize@Artissima 2018. Curato da Ilaria Bonacossa, direttrice della fiera torinese, il progetto, ideato appositamente per gli spazi della Galleria Campari, si compone di otto sculture di Hernández (nella foto, «Abraço», 2019), esposte in uno spazio avvolto da una carta da parati da lui realizzata in omaggio alla storia della famiglia Campari, committente, sin dai primi del ’900, di campagne pubblicitarie d’avanguardia e di oggetti d’arte e di design ora conservati nel museo aziendale. Hernández, che a sua volta si muove tra arte e design, è stato sedotto tanto dal museo quanto dalla storia d’imprenditoria e di creatività di Campari, e, avvalendosi di elementi astratti e figurativi, ha rievocato la vita del fondatore, Gaspare Campari, e l’ha fusa, con numerosi spunti d’immaginazione, in una storia da lui arricchita da suggestioni letterarie, simbologie e dalla sua personale lettura di quelle vicende.

Ad.M.