Jam session con Katz

Perugia. Jimmy Katz è un fotografo dalla biografia alquanto eclettica. Oltre ad aver praticato alpinismo professionale (fino al 1991) e sci estremo, si è specializzato nel ritrarre jazzisti. Newyorkese del 1957, laureato in scienze politiche nel 1980, affiancato nel lavoro dalla moglie Lena, nella Sala Podiani della Galleria Nazionale dell’Umbria Katz espone fino al primo settembre ottanta ritratti con un titolo che parafrasa le classiche jam session: «Closed Session». Per strada, in studio, in locali, il fotografo inquadra musicisti come una gioiosa Cassandra Wilson (nella foto) e Herbie Hancock, Ornette Coleman e un meditativo Dave Holland, Brad Mehldau accanto all’amato pianoforte e star in ascesa come il trombettista Jason Palmer. Trapelano dagli scatti il rispetto verso gli artisti e uno spirito di condivisione per un genere di cui il fotografo si innamorò a 16 anni, seguendo un concerto di Thelonious Monk e Art Blakey. Per il quarto anno il direttore del museo Marco Pierini organizza una mostra a tema musicale e ospita piccoli concerti: vi concorrono il «Trasimeno Music Festival» (fino al 5 luglio) e «Umbria Jazz 2019» (dal 12 al 21 luglio).

Ste.Mi.