Rubens ospite della contessa di Lebrija

Siviglia (Spagna). Arrivano dall’Italia due dei più importanti capolavori di Peter Paul Rubens, «Ercole nel giardino delle Esperidi» e «Deianira tentata dalla Furia» esposti fino al 22 settembre nel Palazzo di Lebrija nella mostra «Rubens: Ercole e Deianira. Capolavori delle collezioni italiane», curata da Anna Maria Bava, direttrice della Galleria Sabauda di Torino, con la collaborazione di Cristina Carrillo de Albornoz Fisac. La mostra rientra in un progetto che prevede di esporre a Siviglia alcuni capolavori provenienti dai più importanti musei italiani, mettendoli in dialogo con le opere conservate nella casa museo della contessa di Lebrija. In questo caso le due grandi tele di Rubens prestate dai Musei Reali di Torino sono il fiore all’occhiello di un’esposizione che stabilisce un dialogo diretto tra opere delle collezioni torinesi e mosaici e sculture del palazzo andaluso. «Ercole nel giardino delle Esperidi» si collega al principale mosaico del Palazzo, che raffigura le avventure amorose di Zeus, padre di Ercole (nella foto). Le relazioni si fanno ancora più evidenti tra «Deianira tentata dalla furia», il «Busto giovanile di Afrodite» e la scultura di Minerva cacciatrice. Promossa dalla Fondazione Terzo Pilastro-Internazionale, la mostra è stata realizzata da Poema, Comediarting e Arthemisia, con il patrocinio del Comune di Siviglia. 

Roberta Bosco