La ricerca è Centrale

Fano (Pu). Dal 7 al 9 giugno la Rocca Malatestiana accoglie Centrale Festival, evento di promozione della fotografia di ricerca guidato da Marcello Sparaventi e Luca Panaro e promosso dall’Associazione Culturale Centrale Fotografia. Dopo il traguardo dei dieci anni raggiunti nel 2018, quest’anno il festival cambia rotta: l’attenzione è tutta per le giovani generazioni. Buona parte delle mostre, infatti, nasce da una call internazionale rivolta ad autori under 30 alla cui selezione ha lavorato un comitato scientifico composto da Irene Guandalini, Claudia Löffelholz, Marco Paltrinieri, Monica Poggi, Matilde Scaramellini ed Elena Vaninetti. Fra gli autori selezionati troviamo Alessandra Cecchini, Maciej Cholewa, Fiona Filipidis, Nicoletta Grillo, Hamza Kırbas, Luca Massaro, Federico Poni, Livia Sperandio, Alcaeus Spyrou e Martina Zanin (nella foto, «I made them run away», 2018), con ricerche che spaziano fra le possibilità espressive concesse dal mezzo, allestite all’interno delle vecchie celle della fortezza. Oltre alle cinque mostre nelle quali si dividono questi autori, Centrale Festival propone fino al 30 giugno anche due progetti speciali: «Ritratti», con opere di Daniela Ardiri e Melany Cibrario Ruscat, a cura di Chippendale Studio, e un’esposizione composta da 25 installazioni video realizzate da altrettanti studenti del Master in Fotografia dell’Accademia di Brera, intitolata «Che riguarda la fotografia».