Civette e curiosité

La Casina delle Civette nel parco di Villa Torlonia ospita due mostre dedicate alle arti decorative: «La Fratelli Toso: i vetri storici dal 1930 al 1980» fino al 15 settembre e «Clara Garesio. Mirabilia e Naturalia. Ceramiche e carte» dall’8 giugno al 29 settembre. La prima è curata da Caterina Toso e Ivano Balestrieri (titolare de Il Mondo del Vetro), che hanno selezionato più di 50 oggetti in vetro (uno nella foto), accompagnati dai relativi disegni e bozzetti provenienti dall’archivio storico della vetreria. Sebbene si tratti di una delle fornaci più vecchie di Murano, già attiva nel 1854, e quindi caratterizzata da una produzione molto varia, l’esposizione si concentra in particolare sui noti vasi a murrine realizzati tra il 1930 e il 1980 da Ermanno Toso, Pollio Perelda e Rosanna Toso. 

La seconda mostra, a cura di Lisa Hockemeyer, propone una selezione di opere fittili della ceramista torinese di formazione faentina: tutti esemplari unici, appartenenti alla più recente produzione, con alcune opere inedite e installazioni site specific concepite per gli spazi del museo. Alle terrecotte dipinte con smalti e alle porcellane decorate a terzo fuoco sono affiancate, per la prima volta, opere di pittura e disegni su carta, così da ricreare, di concerto con gli arredi della Casina, l’atmosfera di un cabinet de curiosité.

Carla Cerutti