Shen Wei messo a nudo

Shen Wei, fotografo, è protagonista di una personale alla Flowers Gallery (dal 3 maggio al 22 giugno), composta dalle sue serie più note, datate dal 2009 ad oggi. Quarantaduenne, nato e cresciuto a Shanghai, si trasferisce presto negli Stati Uniti. La mostra comincia con «Broken Sleeve», l’ultima serie, dove l’artista veste il ruolo di personaggi della storia e della cultura popolare cinese, che si alternano a immagini di porte e padiglioni, qui simboli di sorveglianza e di status sociale. Il nudo degli autoritratti di «I Miss You Already» (nella foto, New York, 2010) è legato alla scoperta di sé, alle tematiche gay e all’idea di desiderio e controllo. Mentre in «Between Blossoms» il corpo di Shen Wei,  è spesso escluso da un obiettivo che si immerge nel paesaggio, tra alberi, specchi d’acqua, case e giardini, senza escludere gli orizzonti urbani. Sono scatti realizzati tra America, Europa e Asia. In mostra anche i video «Bubble» e «Like Its Own Tear».

Chiara Coronelli