Minha terra

Il portoghese Sérgio Carronha allestisce fino al 7 giugno nella galleria Monitor una personale dal titolo «Scale of Permanence». Nato nel 1984, Carronha vive e lavora a Montemor-o-Novo nell’Alentejo, dove sta sviluppando un progetto a lungo termine legato alla topografia del terreno e teso a integrare e migliorare quel territorio naturale. «Il suo lavoro nasce da un profondo legame con la natura, spiega la gallerista Paola Capata. La campagna, dove ha scelto di vivere, è per lui fonte di ispirazione e ancestrale forma d’arte. Carronha ne usa la terra per plasmare i suoi lavori. Sculture in ceramica e terracotta, murales dipinti con materiali naturali, installazioni totemiche, richiamano così artefatti, reperti archeologici e decorazioni ancestrali». La mostra da Monitor è composta da un’installazione ambientale con sculture in pietra, minerali e forme in ceramica (nella foto, un esemplare del 2019) e accompagnata da un testo della curatrice Margarida Mendes. 

F.R.M.