Ci sono isole che scompaiono

Fino al 19 luglio la Fondazione Pastificio Cerere espone «Kiribati», personale di Antonio Fiorentino a cura di Marcello Smarrelli. Questo progetto dell’artista pugliese (Barletta, 1987) presenta per la prima volta opere realizzate a seguito del suo soggiorno tra luglio e agosto 2018 nelle isole Kiribati, repubblica composta essenzialmente da 33 atolli sparsi in un’area del Pacifico centrale (nella foto, «Bambini e carro armato, Kiribati» ). È il primo Stato a salutare la nuova alba, quindi il nuovo anno, ma è appeso a un futuro incerto per via dell’innalzamento dei mari: secondo le previsioni rischia di scomparire entro 30 o 50 anni. Con queste suggestioni, e l’eco del Gauguin di «Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo?» (1897) l’artista compie il suo viaggio su una linea del tempo che si sfrangia, permette distorsioni, accede a una dimensione sospesa, molto più libera. Il 15 aprile in anteprima, nel recuperato Spazio Molini, sarà presentato il video di Fiorentino su Kiribati.

F.C.G.